Sinistra per Savona si presenta in piazza Pertini

Tutte le realtà di sinistra unite dopo anni di divisioni. Il candidato primo cittadino, Marco Russo: “Abbiamo compiuto il miracolo perché abbiamo cambiato l’approccio, l’impostazione politica”

Sinistra per Savona. Questo il nome della lista di sinistra che appoggia il candidato sindaco Marco Russo.

Il simbolo della lista che mette insieme diverse realtà cittadine (da Sinistra Italiana a Rete a Sinistra passando per Il Rosso non è il Nero, Rifondazione Comunista, Linea Condivisa ed Europa Verde) è stato presentato oggi in piazza Pertini e vede il nome campeggiare in rosso con la sigla SX in centro (nei colori rosso e verde) su sfondo bianco e una lunetta rossa sottostante con la scritta Russo Sindaco.

“La formazione di una lista con queste caratteristiche assume il significato di un punto d’approdo di un grande lavoro svolto sul piano del progetto e dell’aggregazione sociale e politica” spiegano da Sinistra per Savona.

“In questo modo la ricerca di una vita savonese più bella si fa reale e tangibile. A fronte di un’emergenza sanitaria mondiale, incontrollata e spaventosa, dobbiamo tornare a proporre esperienze positive: la Savona che vorremmo è la città solidale e antifascista, fiera delle proprie radici ma con lo sguardo decisamente rivolto al futuro, che ha saputo attraversare i momenti più drammatici della storia uscendone più forte e che deve tornare ad essere tale” proseguono.

“Con questa lista unitaria compiamo un atto sociale di volontà politica cercando di indicare il lavoro che la Sinistra, unitamente ai movimenti fondati sulla cultura e negli ideali della salvaguardia dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, come gli animalisti e gli ambientalisti, hanno oggi di fronte a Savona e nel mondo – dicono dalla lista a sostegno di Russo – Non possiamo girarci dall’altra parte e continuare a fingere che vada tutto bene: il nostro Pianeta sempre più ha bisogno, nel progresso, di uguaglianza e giustizia e sociale, di rispetto e amore per gli esseri viventi e l’ambiente, nella ricerca di una società nuova”.

“Abbiamo compiuto il miracolo perché abbiamo cambiato l’approccio, l’impostazione politica. Siamo partiti da un’idea di città, da un progetto di visione e di prospettiva per Savona e questa idea, costruita con gli apporti di tutti i cittadini come un vero progetto civico, è diventato un elemento di coesione politica molto estesa – ha commento il candidato primo cittadino Marco Russo – Ma dico di più: ha messo in moto i partiti, li ha convinti a guardare al rinnovamento, e il fatto che abbiano voluto unirsi e partecipare a questa esperienza politica innovativa è un segno di speranza, messa in piedi da, ripeto, un’idea di cui vado molto fiero e orgoglioso e che può rappresentare una svolta per la nostra città”.

Nei prossimi giorni verranno presentati tutti i candidati di tutte le liste in appoggio. “C’è la lista del ‘Patto per Savona’ che nasce più direttamente dall’esperienza del patto, ci sono i riformisti, e quella del Pd, liste coinvolte in modo molto coeso intorno a un progetto di futuro per Savona” ha proseguito Russo.

I primi sondaggi commissionati dalla Lega e da Cambiamo danno in vantaggio di alcuni punti percentuali il suo rivale, il candidato del centrodestra Angelo Schirru.

“Non do molto peso queste anticipazioni, per altro sporadiche che sanno più di spot elettorale che di vera fotografia della situazione. Noi abbiamo elementi diversi ma soprattutto abbiamo un rapporto coi savonesi che ti dicono una cosa estremamente diversa: che c’è condivisione, sono sempre più convinti possiamo rappresentare un riscatto per Savona e questo credo sia più che sufficiente, ovvero un rapporto costante, continuo, quotidiano e questo è il segnale principale che stiamo avendo” conclude Russo.

Tra i candidati nella lista Sinistra per Savona il consigliere comunale uscente Marco Ravera (Rete a Sinistra), Maria Gabriella Branca (Sinistra Italiana), Donatella Ramello (Il Rosso non è il Nero), Dilvo Vannoni (Il Rosso non è il Nero), Giuseppe Milazzo e Jacopo Marchisio.

RED. SAVONA NEWS

da Savona news.it

17 agosto 2021