Scritte antisemite in via Pia. Uno sfregio a tutta Savona

Nel cuore pulsante della città le vili scritte, campeggia su tutte “Juden”, ebreo in tedesco

La vernice arancione che imbratta le saracinesche ma non è un classico atto di teppisti e vandali. Nella notte, nel cuore di Savona, all’inizio di via Pia (lato Brandale), centro pulsante della vita cittadina, le serrande di due attività commerciali sono state colpite da croci celtiche e scritte antisemite.

“Juden”, ebreo in tedesco, la frase che campeggia su tutte oltre naturalmente al simbolo dei movimenti di estrema destra che più si avvicina alla svastica dei nazisti.

I primi mattinieri si sono accorti del fatto alle prime luci dell’alba e naturalmente è prevalsa l’indignazione su un gesto che non può non far pensare.

SAVONA NEWS.IT


La scritta “juden” e le croci celtiche in via Pia sono uno sfregio all’intera Savona che è Medaglia d’oro al valor militare per la Resistenza e che ha nel suo DNA sociale e politico, culturale ed etico l’antifascismo, la contro ogni forma di totalitarismo.

Non è più pensabile minimizzare questi gesti, soprattutto da parte di una destra che ufficialmente assume toni e posture politiche moderate per apparire istituzionale e popolare, mentre da sempre solletica e vellica gli istinti più intolleranti degli estremisti neofascisti e dei propalatori di nuove anticulture di intolleranza e odio.

Quanto avvenuto merita una risposta costituzionale e democratica, sociale e civile che veda tutto il Consiglio comunale e l’Amministrazione uniti nello stimolare una replica che sia, nei fatti, formata dalla riproposizione di una rete di iniziative sui territori che finiscano per marginalizzare naturalmente la pochezza melmatica del neofascismo prepotente.

Per parte nostra, Rifondazione Comunista metterà il suo impegno al servizio sempre della causa delle libertà repubblicane, della Costituzione e di una Savona che è e rimane antifascista.

MARCO SFERINI
Rifondazione Comunista – Savona

28 novembre 2021

foto tratta da Savonanews.it