Appare almeno inopportuna la nomina dei nuovi componenti del consiglio di amministrazione della Fondazione De Mari fatta dal sindaco Berruti.
Probabilmente sarebbe stato meglio che avesse lasciato alla nuova Giunta, che uscirà dalle prossime imminenti elezioni, la scelta dei nuovi componenti, anche perché si tratta di un atto di natura politica vista l’importante ruolo della Fondazione che deve promuovere le eccellenze savonesi e sostenere la crescita e lo sviluppo della nostra provincia.

Invece si è scelta ancora una volta la strada di ‘premiare’ la fedeltà riconosciuta. Certo questa interpretazione può essere solo il frutto di illazioni, ma sono proprio questo tipo di azioni che hanno spesso allontanato i cittadini dalla politica perché non riescono a capire il valzer dei soliti noti.

RETE A SINISTRA – SAVONA CHE VORREI

29 aprile 2016