Bitume in porto? No, grazie!

Abbiamo accolto con soddisfazione la presa di posizione dell’Amministrazione Comunale di Savona che, seppur tardivamente, rifacendosi al principio di precauzione (qualora, come appare abbastanza evidente, gli effetti negativi causati dal deposito, non possano essere completamente esclusi), ritiene la presenza del deposito di bitume in porto incompatibile con la vocazione turistica e la presenza di civili abitazioni del territorio circostante. Elemento di fondamentale importanza è inoltre l’aver verificato che l’iter autorizzativo dello stesso deposito non risulti a tutt’oggi concluso.

Infatti appare certo che non sia stata rilasciata la prevista ed imprescindibile «intesa» tra il competente Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Liguria. Avanziamo dunque alla Regione Liguria la richiesta, e ci attiveremo attraverso il consigliere regionale di Rete a Sinistra, Gianni Pastorino in tal senso, affinchè tale intesa non venga rilasciata. Pur non essendo infatti contrari in assoluto ad un deposito di questo tipo, purchè realizzato e gestito in maniera corretta, appare evidente che il sito individuato risulti incompatibile con le scelte di sviluppo che si è data l’Amministrazione Comunale, a cui peraltro chiediamo, in particolare al Sindaco ed agli assessori competenti, di dar seguito alla condivisibile lettera odierna, facendo ulteriori pressioni sul MISE, la Regione e l’Autorità Portuale affinchè il progetto venga ritirato e si trovi eventualmente per il deposito una collocazione più consona all’interno del panorama portuale regionale.

FABRIZIO FERRARO
Segretario provinciale di Rifondazione Comunista

FRANCO ZUNINO
Capogruppo Rifondazione Comunista – FdS in Consiglio comunale a Savona

7 luglio 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *