Con i lavoratori della Bombardier, contro il deserto industriale

28032012 vado ligure corteo di protesta contro l'articolo 18 dei lavoratori bombardier

L’apertura della procedura di licenziamento decisa dalla direzione Bombardier è l’ennesima dimostrazione, se mai ce ne fosse stato bisogno, di a chi tocca pagare il prezzo più salato della crisi.

Il Circolo “XXV Aprile” del Partito della Rifondazione Comunista di Vado – Quiliano esprime tutta la sua solidarietà ai lavoratori in lotta e si rende disponibile, per quanto nelle sue possibilità, ad appoggiare ogni iniziativa venga decisa dall’assemblea dei lavoratori.

La città di Vado Ligure e la provincia di Savona stanno pagando un prezzo altissimo alla crisi voluta dai mercati finanziari.

Crisi alla quale i governi che si sono succeduti negli ultimi anni non hanno saputo porre rimedio in alcun modo se non creando i presupposti per ulteriori sacrifici che i cittadini e i lavoratori devono subire.

Invitiamo tutta la cittadinanza a mostrare concretamente solidarietà e vicinanza ai lavoratori in lotta, senza dimenticarci le altre realtà in crisi e in difficoltà come Piaggio e Tirreno Power. E senza dimenticarci quanti in questi anni hanno subito lo scippo del loro posto di lavoro.

E’ ora di dire basta, tutti insieme, alla logica del massimo profitto a tutti i costi e l’intera città deve fare pressione sulle istituzioni perché intervengano con forza e decisione per fermare la desertificazione industriale del nostro territorio.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
CIRCOLO “XXV APRILE” – VADO LIGURE / QUILIANO

22 luglio 2016

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*