Bombardier, la vita degli operai non è un “costo aziendale”

La situazione dello stabilimento vadese di Bombardier Transportation Italy assume in questi giorni contorni sempre più inquietanti e ancora una volta il peso delle scelte aziendali ricade interamente sulle spalle dei lavoratori e della lavoratrici dell’azienda.

La mancata commessa da 4,5 miliardi di euro per la produzione dei convogli regionali del progetto Omneo non è responsabilità degli operai, bensì dell’azienda, che negli ultimi tempi ha perso tutte e tre le gare per progetti di produzione alle quali aveva partecipato. La stessa azienda, pur considerando la stabilimento di Vado Ligure strategico, vuole ridurre i costi aziendali attraverso il licenziamento di circa il 50% della forza lavoro, sostenendo che questa sia l’unica strada per poter salvare il sito industriale.

Tutto questo è decisamente inaccettabile. Non si può continuare a pensare che la vita delle persone possa essere considerata come un costo aziendale facilmente cancellabile. Inoltre la cancellazione della metà dei posti di lavoro non rientra assolutamente in una strategia di rilancio industriale, ma significherebbe un primo passo verso la chiusura della stabilimento sul medio periodo. Considerando la situazione lavorativa drammatica della nostra Provincia, il quadro diventa decisamente insostenibile.

E’ necessario reinvestire una parte degli utili accumulati in questi anni dall’azienda per abbassare i costi produttivi senza arrivare ai licenziamenti collettivi. I patti presi da Bombardier con i sindacati devono essere rispettati, e non trasformarsi in una ricerca continua di aree europee a basso costo di lavoro.

Rifondazione Comunista è al fianco dei lavoratori e delle lavoratrici di Bombardier, e chiede che in proposito intervenga urgentemente la Regione Liguria e il Ministero dello Sviluppo economico affinché si possa trovare una soluzione che tuteli tutte quelle persone che in queste ore rischiano di perdere il loro lavoro, tutelando le loro aspettative.

FABRIZIO FERRARO
Segretario provinciale Rifondazione Comunista

13 luglio 2016

foto tratta da Pixabay

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*