Savona, nasce Rete a Sinistra: il gruppo che mette paura al PD

La sinistra savonese si unisce, intanto in un unico gruppo consiliare e poi in vista delle elezioni: “Difficile, ad ora, ripetere l’alleanza con il Pd”

Savona. Una sinistra per Savona, unita e compatta, importando nella città della Torretta la formula politica regionale. Così il Partito della Rifondazione Comunista e Sinistra Ecologia Libertà lanciano il nuovo Gruppo Consiliare di Rete a Sinistra, composto dai consiglieri Franco Zunino e Sergio Aquilino.

Dopo il buon successo nel savonese di Rete a Sinistra alle elezioni regionali, anche a Savona, quindi, prende vita il polo della sinistra unitaria.

Quanto ai rapporti con il Pd, in particolare per una possibile alleanza in vista delle elezioni: “Certamente certe scelte e decisioni non ci sono piaciute e vogliamo un distacco rispetto al modello-Paita delle ultime elezioni” aggiunge.

E poi le condizioni per ripetere il sodalizio con il Pd nella città della Torretta: “Un candidato credibile e rappresentativo anche della sinistra, con un programma condiviso, tutela del territorio e stop a nuove cementificazioni, una gestione pubblica dell’acqua e un no deciso alla realizzazione del porticciolo turistico della Margonara”.

All’interno di Rete a Sinistra di Savona anche Fds e i transfughi dal Pd del gruppo “Possibile”, con l’obiettivo di aggregare e compattare tutte le componenti della sinistra savonese: “Non possiamo delegare la protesta al M5S…”.

Sulla possibile candidatura di Di Tullio per il Pd Aquilino riprende una famosa frase del film di Nanni Moretti: “Può andare bene, se dice qualcosa di sinistra…”.

Per Franco Zunino difficile ipotizzare una nuova alleanza: “Un ciclo è finito e mi pare difficile che si sia un esponente in grado di continuare il percorso intrapreso da Federico Berruti in questi anni”.

“Nessuna preclusioni su possibili candidati, ma il confronto dovrà essere chiaro e sui contenuti” aggiunge.

E sul rischio di una sconfitta per il centro sinistra come avvenuto alle scorse regionali: “Secondo noi è stata colpa del Pd, del metodo delle primarie e della scelta del candidato. Noi vogliamo rappresentare un polo unitario della sinistra e crediamo in una risposta forte dei savonesi in linea con le nostre idee e programmi per il futuro della città” conclude Zunino.

RED.

da Ivg.it

video tratto da Savona news

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*