La più lunga Festa dell’estate

Argiris Panagopoulos, Rosa Rinaldi, Gli Statuto, Paolo Ferrero, Marco Revelli, Federico Berruti, Jorg Costantino, Franco Zunino, Alessandra Ballerini, Stefano Galieni, Raffaele Salinari, Roberta Fantozzi, Gianni Pastorino, Fabrizio Ferraro, Haidi Giuliani, Giuliano Giuliani, Giorgio Cremaschi, Vito Meloni, Dijana Pavlovic, Pino Petruzzelli, The Gang, Ferdinando Mainardi, Marco Ravera… tutti a Legino, tutti per dimostrare che “C’è una rete a sinistra”

La Festa di Liberazione, a causa dei lavori di ristrutturazione dei giardini e della passeggiata a mare di Zinola, svolgerà la 23° edizione a Legino presso i locali e le aree della Società di Mutuo Soccorso “Fratellanza Leginese” dell Circolo “Milleluci”. Un evento tra i più grandi in Italia, che nel corso degli anni è divenuto un appuntamento di discussione, di approfondimento, di dibattito legati all’attualità locale, nazionale ed internazionale.
Il tutto reso possibile grazie alla presenza di ospiti e relatori esterni al PRC, di giornalisti, di associazioni e comitati. L’edizione 2015 non farà, speriamo, eccezione.

La Festa sarà aperta giovedì 23 luglio alle ore 21 da Argiris Panagopoulos il portavoce di SYRIZA e di Alexis Tsipras in Italia che, insieme a Rosa Rinaldi della Segreteria nazionale del PRC, discuterà della crisi greca, del referendum, dell’accordo imposto dalla Germania nell’incontro “C’è una rete per la Grecia”. Un’occasione unica per la nostra regione e non solo.
Dalle 22 sul palco spettacoli Molesti crew! da La Spezia – Cinisello Balsamo city (Ska, Rocksteady, Reggae, Beat, Rock N Roll and Trash music!) a seguire Rude Fra da Savona.

Venerdì 24 luglio un unico, grande, atteso evento. Un graditissimo ritorno alla Festa di Liberazione. Gli Statuto in concerto.  

Doppio appuntamento sabato 25 luglio.
Nello spazio dibattiti dalle 21 si confronteranno sul futuro e il ruolo della sinistra Paolo Ferrero Segretario nazionale di Rifondazione Comunista e Marco Revelli docente universitario, esponente de L’Altra Europa con Tsipras nell’iniziativa “C’è una rete per l’Italia”.
Sul palco spettacoli Molten Lizzies in concerto per chi ama Heavy Blues, Southern Rock e Death’n’Roll.

Domenica 26 luglio alla Festa sarà dedicato alla politica locale, alle 21 il Sindaco di Savona Federico Berruti, insieme all’Assessore Jorg Costantino e al Capogruppo di Rifondazione Comunista Franco Zunino, traccerà un bilancio del suo mandato in quella che sarà la sua ultima partecipazione, da Sindaco, ad una festa di partito.
Doppio appuntamento sul palco spettacoli. Alle 21 lo spettacolo teatrale “Cuba libre” dedicato ai quattro partigiani italo-cubani Alba De Cespedes, Italo Calvino, Arnaldo Cambiago, Gino Donè. Testi di Katia Sassonia, interpretazione di Salvatore Panu lo spettacolo è curato dal Circolo di Savona dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba.
Dalle 22.30 concerto folk con The Lonesome Picking Pines.

Di grande attualità, dai fatti di cronaca al blocco alla frontiera con la Francia passando per le stravaganti ordinanze di alcuni sindaci, la serata di lunedì 27 luglio.
Moderati dal giornalista de Il Secolo XIX Luca Rebagliati discuteranno di immigrazione, solidarietà, accoglienza Alessandra Ballerini esperta in Diritto dell’immigrazione, Stefano Galieni Responsabile nazionale immigrazione PRC-SE e Raffaele K. Salinari Presidente “Terre des hommes” nel dibattito intitolato “C’è una rete antirazzista”.
Sul palco spattacoli dalle 22 un tuffo tra gli anni ’40 e i ’50 grazie agli Uke Swing in concerto.

Martedì 28 luglio Roberta Fantozzi della Segreteria nazionale di Rifondazione Comunista e Gianni Pastorino Consigliere regionale di “Rete a sinistra” saranno i protagonisti dell’iniziativa “C’è una rete per il lavoro”.
Nello spazio spettacoli serata tra teatro e poesia. Alle 21 “I monologhi della piadina” di e con Elio Berti e la Compagnia Stabile TimoteoTeatro a seguire “La via dell’agave” presentazione e letture di Francesco Scopelliti e di altri autori della Matisklo edizioni.

Mercoledì 29 luglio alle 21 la politica locale torna protagonista grazie al primo confronto tra le forze della sinistra in vista nelle elezioni comunali del prossimo anno.
“C’è una rete per Savona” è infatti il titolo dell’incontro che vedrà confrontarsi: Claudio Bertola Segretario provinciale Pcdi, Mauro Brunetti Portavoce provinciale dei Verdi, Mauro Dell’Amico esponente di Noi per Savona, Fabrizio Ferraro Segretario provinciale Rifondazione Comunista e Valtero Sparso Coordinatore provinciale SEL.
Sul palco spettacoli dalle 21.30 Dirty Trick in concerto e, a seguire, la Piccola orchestra invisibile di Luca Amico.

Giovedì 30 luglio sul palco dei dibattiti “C’è una rete per la verità e la giustizia” che vedrà protagonisti Checchino Antonini giornalista Popoff quotidiano, Giuliano Giuliani del Comitato “Piazza Carlo Giuliani” e Haidi Gaggio Giuliani dell’Osservatorio sulla repressione. Nello spazio della musica si balla con la Beppe Tronic Band.

Venerdì 31 luglio, le controrifome del Governo Renzi saranno discusse, a partire dalla cosidetta “buona scuola”, grazie alla presenza di Giorgio Cremaschi storico sindacalista della FIOM oggi impegnato in Ross@ e di Vito Meloni Responsabile Scuola PRC-SE che saranno i protagonisti dell’incontro “C’è una rete per la scuola”.
Sul palco spettacoli la Banda Tziga in concerto.

Il penultimo giorno di Festa vivrà di due momenti imperdibili.
Alle 21 l’attrice Dijana Pavlovic della Fondazione “Rom e Sinti insieme” e l’attore e regista Pino Petruzzelli autore del libro “Non chiamarmi zingaro” saranno i protagonisti di “C’è una rete per l’eguaglianza”.
A seguire tornano a Savona con il nuovo album “Sangue e cenere” i Gang. L’evento è inserito nel tuor ufficiale della band dei fratelli Severini.

Nell’ultimo giorno di Festa di farà una riflessione sul ruolo e sul futuro del PRC nell’incontro “C’è una rete a sinistra con Rifondazione” che vedrà protagonisti Ferdinando “Nando” Mainardi Coordinatore della Segreteria nazionale del PRC e Marco Ravera Segretario regionale PRC.
Sul palco spettacoli l’ultimo concerto con le canzoni popolari de A Brigà.

Questo nel dettaglio il programma della Festa provinciale di Liberazione.
Da segnalare, inoltre, le associazioni che saranno con noi: Amici del Mediterraneo, ANPI, ARCI, Associazione Romania – Italia, CGIL, Emergency, Italia-Cuba Circolo di Savona, Matisklo edizioni, SMS Cantagalletto, Unione Atei e Agnostici Razionalisti.

Questo e altro ancora sarà la Festa di Liberazione. Un itinerario che attraversa la cultura, la musica e la politica. Un tassello importante per la nostra attività. Vi aspettiamo quindi per undici giorni di mobilitazione e divertimento alla festa più lunga dell’estate. A Legino per dimostrare che “C’è una rete a sinistra”

MARCO RAVERA
Segretario regionale di Rifondazione Comunista

FABRIZIO FERRARO
Segretario provinciale di Rifondazione Comunista

20 luglio 2015

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*