“Il nostro impegno per una sinistra unita e plurale”

Fabrizio Ferraro è il nuovo segretario provinciale di Rifondazione Comunista. Eletta anche la segreteria provinciale con conferme e alcune novità

“In questi mesi abbiamo assistito a molti cambiamenti nella politica locale, soprattutto sul livello regionale”. Marco Ravera, segretario regionale di Rifondazione Comunista, comincia così la sua presentazione della candidatura di Fabrizio Ferraro quale nuovo segretario provinciale del Partito.
“Fabrizio è più giovane di me e la sinistra ha bisogno di giovani. Ne ha bisogno soprattutto Rifondazione Comunista. Per questo va ringraziato due volte: per aver accettato l’incarico che oggi gli mettiamo sulle spalle e per averlo accettato come giovane che ha potuto verificare in queste settimane la velocità con cui cambiano in politica le dinamiche, le prospettive, gli scenari”.
Il Comitato politico federale di Savona gli tributa un lungo applauso quando viene proclamato eletto con 19 voti su 20.
Ma la commozione lascia subito il posto al programma da seguire, alla politica da portare avanti: “Continueremo nel solco delle lotte che abbiamo fatto fino ad oggi. Non ne abbandoneremo nessuna. Anzi, cercheremo di individuarne nuove da sviluppare sui territori. Il lavoro su Savona è importante ma – sottolinea più volte il neosegretario – vogliamo migliorare la nostra presenza nel resto della provincia e per questo continueremo gli incontri sia con i circoli territoriali del PRC sia con le realtà di movimento che si sono fatte avanti per difendere il lavoro, l’ambiente, la salute e ogni diritto che viene sempre più spesso calpestato dagli interessi forti”.
Il 28enne segretario di Rifondazione riprende il discorso sulle primarie del PD appena trascorse: “Vedendo come si sono svolte e concluse, ho ancora più ragione di pensare oggi che la scelta del PRC di non prendervi parte è stata lungimirante e, al contempo, aver tenuta aperta una porta di dialogo con tutte le realtà a sinistra del PD renziano consente oggi a Rifondazione di essere un soggetto in grado di esercitare un ruolo fattivo nella costruzione di una alternativa di sinistra in Liguria che vada a battere la concezione renziana della politica e della società espressa da Raffaella Paita.
Dobbiamo essere alternativi ora, perché ci sono praterie molto vaste a sinistra e noi dobbiamo occuparle”.
Insieme a Fabrizio Ferraro, a guidare Rifondazione Comunista a Savona saranno i riconfermati Piera Barberis (tesoriera e responsabile feste), Valeria Ghiso (responsabile scuola), Silvio Pirotto (responsabile lavoro), Stefano Ressia (responsabile enti locali), Marco Sferini (responsabile organizzazione) e la “new entry” Alberto Sguerso del Coordinamento provinciale dei Giovani Comunisti a cui è stata affidata la delega delle politiche sociali e dell’ambiente.

REDAZIONALE

17 gennaio 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *