Addio a Pino Scagnolari, comunista “di frontiera”

Se ne è andato oggi, dopo una breve e dolorosa malattia, il compagno Giuseppe “Pino” Scagnolari, Segretario del Circolo “Ernesto Che Guevara” del Ponente Savonese.

Dal PCI a Rifondazione Comunista, Pino in tutti questi anni, pur nella crisi generalizzata dei partiti e della sinistra comunista, non ha mai smesso di battersi perché nel ponente – zona ormai storicamente “più a destra” della provincia di Savona – una presenza del PRC rimanesse e potesse trovare nuove forze, soprattutto giovanili a cui consegnare un giorno il testimone di un insieme di valori espressi anche nell’organizzazione politica.

Considerava il suo circolo una sorta di “postazione di frontiera”, prima della provincia di Imperia, da sempre democristiana un tempo e poi convertitasi al berlusconismo. Ma al tempo stesso il suo impegno politico era anche impegno sociale: aveva fatto attivamente parte della Casa dei Circoli e dei Popoli di Ceriale (comune in cui viveva da anni), sostenendo progetti di volontariato e iniziative solidali.

Anche in questo difficile anno, ha speso le sue forze per sostenere la campagna elettorale de “La Sinistra” provando ad organizzare con Gianluigi Caviglia e Giovanni Zanelli momenti di incontro che coinvolgessero più cittadini possibili: da Finale Ligure ad Albenga.

La sua è stata una passione comunista a tutto tondo, un sentirsi parte di una comunità che, anche in suo nome, continuerà ad esistere e, comunque, non verrà meno quell’insieme di idee, di valori, quella visione straordinaria di una società che sia capovolta rispetto a quella di oggi.

Ciao Pino, ti salutiamo con grande commozione. Nel farlo, abbracciamo Rosanna, tua figlia e tutti i tuoi cari.

Ti sia lieve la terra. La lotta per una società giusta, libera e di pace continua.

RED.

30 novembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *