Liste civiche e nuovi consiglieri: c’è anche motivo per essere contenti

Di fronte al deludente risultato che un po’ in tutta Europa e maggiormente in Italia le forze della sinistra di alternativa segnano, si può dire che qualche motivo di soddisfazione eppure esiste in mezzo al dilagare dei sovranismi nel nostro Paese.

Dal macrocosmo continentale e nazionale ai tanti micromondi delle realtà locali, parlando della nostra provincia, analizzando le singole elezioni comunali, si inizia con la vittoria della lista capitanata da Nicola Isetta a Quiliano, “Progetto Comune” e l’ingresso in consiglio comunale per Silvio Pirotto, sindacalista della CGIL e membro del Comitato politico federale di Rifondazione Comunista. Ne esce sconfitta la lista di Fersini che riuniva civicamente attorno a sé democratici e realtà del territorio in continuità con la precedente giunta di Ferrando.

A Vado Ligure la lista sostenuta anche da Rifondazione Comunista, “Memoria e futuro“, sfiora il 20% dei consensi, elegge la candidata sindaca Franca Guelfi che sarà affiancata dal nostro Tonino Murru e da Elisa Spignardi. Indietreggia Pietro Bovero che, nonostante 55 anni di presenza in consiglio, tornerà anche questa vota dai banchi dell’opposizione.

La Sinistra per Pietra Ligure” di Giovanni Zanelli ottiene un lusinghiero 4,75% con 230 voti e tallona il Movimento 5 Stelle che raccoglie 271 voti. Purtroppo non è un risultato sufficiente per entrare in consiglio comunale, ma Giovanni la prende con filosofia e ovviamente anche con un poco di amarezza. Del resto lui è un insegnante proprio del pensiero e il suo discorso da sindaco lo rivolge ugualmente dalle pagine dei social:
“Grazie a tutti quei cittadini di buona volontà che hanno deciso di cambiare il corso delle cose almeno nel piccolo del loro quotidiano, che hanno deciso di restare umani e di resistere alla barbarie che li circonda, che hanno deciso di coltivare la tolleranza e l’amore nonostante siano valori in disuso, che hanno deciso di continuare a sperare.
Con tutta evidenza sono cittadini che non hanno avuto il coraggio di dire ai loro figli e ai loro nipoti che non esiste più un’idea per cui valga la pena vivere e che hanno avuto la dignità di non chinare la testa.”
Piccolo post scriptum per quegli elettori che hanno votato La Sinistra per Pietra Ligure: potrete ascoltare questo discorso solo chiudendo gli occhi ovunque vi troviate e lasciando viaggiare la fantasia perché nel mondo reale non c’è spazio per persone come noi!”.

A Finale Ligure Tiziana Cileto e la sua “Per Finale” ottiene il 10% dei consensi, un seggio in consiglio comunale: il nostro plauso a lei e un ringraziamento al compagno Gianluigi Caviglia che ha partecipato a questa avventura in un contesto non certo facile, con una presenza di liste in un piccolo comune che non ha certamente favorito la proposta progressista e civica erede delle esperienze rosso-verdi di Simona Simonetti.

A Celle Ligure invece si interrompe la continuità delle amministrazioni di centrosinistra e prevale la lista di centrodestra “aria nuova”. Un ringraziamento va ugualmente a tutte le compagne e i compagni del Circolo “Rosa Luxemburg” del Levante savonese per l’impegno messo nel sostenere Francesca Ruggiero e Stefano Barlo nella lista “Uniti per Celle” che candidava Remo Zunino.

Infine a Roccavignale non poteva mancare la lista unica “Continuiamo insieme” e la rielezione del compagno Marco Chiriaco, responsabile provinciale lavoro di Rifondazione Comunista.

Come avete potuto leggere, qualche motivo per essere soddisfatti c’è anche per noi comunisti e gente di sinistra. Dentro i confini della provincia…

E poi Gramsci ammoniva un fratello che si disperava troppo in tempi economici difficili, così: “Mi sono convinto che anche quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi tranquillamente all’opera, ricominciando dall’inizio.“.

Grazie a tutte le compagne e i compagni che ci hanno, come s’usa dire, “messo la faccia”, ma messo anche tanto impegno, tanti sforzi e tanta passione.

REDAZIONALE

29 maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *