Donne e giovani: gli organismi del Partito si rinnovano

Nella riunione di mercoledì 6 marzo del Comitato politico federale di Rifondazione Comunista, sono state elette all’unanimità nella Segreteria provinciale Licia Cesarini e Maurizia Nichelatti.

Due nuovi ingressi, due donne, due insegnanti. Scuola, tematiche di genere e diritti civili tornano così ad essere rappresentati nell’organismo dirigente del Partito.

Licia Cesarini, 47 anni, docente di matematica nelle scuole medie superiori, avrà la delega sulle tematiche per l’appunto della scuola, mentre Maurizia Nichelatti, 70 anni, insegnante di storia dell’arte in pensione seguirà la delega alle politiche sui diritti civili e di genere.

Inoltre la Conferenza dei Giovani Comunisti di Savona, in vista della VI Conferenza Nazionale, ha eletto il nuovo Coordinatore provinciale dei giovani di Rifondazione: si tratta di Alessandro Gentiluomo (nella foto accanto con il Segretario provinciale del Partito, Fabrizio Ferraro), 15 anni, studente delle superiori.

Infine, Lorenzo Rescigno, 22 anni, studente universitario, è entrato a far parte del Comitato direttivo del Circolo “Silvia Poggi” di Savona città.

Donne e giovani: un segnale importante che Rifondazione Comunista ha voluto dare e darsi per rilanciare organizzativamente la propria presenza sui territori e aprire nuovi canali di comunicazioni con le generazioni che affrontano una fase di profondo disagio sociale.

Con i suoi 28 anni di vita politica, Rifondazione Comunista è ancora giovane e da oggi è anche più femminile.

REDAZIONALE

10 marzo 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *