Il razzismo compare sulle mura di Carcare

Abbiamo appreso dalla cronaca locale che un’organizzazione di estrema destra, che di tanto in tanto si mostra nella nostra provincia, si è fatta viva a Carcare con uno striscione contro i migranti.

I sedicenti militanti di CasaPound, si sono scagliati contro l’accoglienza di alcune famiglie di profughi negli appartamenti vuoti della locale galleria commerciale, vicino a un asilo comunale: l’accusa è che i nuovi arrivati possano infettare i bambini della struttura. Siamo sicuri e fiduciosi che i cittadini carcaresi non accoglieranno tali provocazioni tanto strumentali quanti becere.

Certo, non si può giocare sulla salute dei bambini, e per questo invitiamo a tenerli fuori dalla improponibile ricerca di consenso fine a se stessa voluta da CasaPound.
L’asilo di Carcare è un servizio erogato ai cittadini e radicato nel tessuto sociale del territorio da molti anni. Inoltre sono proprio i valori dell’accoglienza e del rispetto la base del servizio educativo che il nido offre alla sua utenza.

Queste persone cercano solo di approfittare della presenza dei bambini e di tale servizio, per tentare di avere una sorta di “visibilità” e innescare una polemica di natura politica.
Polemica che di per se ha ben poco di “politico”, perché rientra in quella sorta di “campagna elettorale perenne”, un perfetto stile dell’estrema destra populista.

Il Partito della Rifondazione Comunista condanna questi ignobili gesti, e ribadisce la piena fiducia nei confronti dei cittadini di Carcare, i quali siamo sicuri, daranno ascolto al loro buon senso.

FABRIZIO FERRARO
Segretario Provinciale Rifondazione Comunista – Savona

ALBERTO SGUERSO
Responsabile provinciale Politiche Sociali

STEFANO RESSIA
Circolo “Bella Ciao” – Rifondazione Comunist di Cairo Montenotte – Valle Bormida

28 giugno 2017

foto tratta da IVG – Il Vostro Giornale

1 commento

  1. Thomas Sankara

    A proposito di razzismo segnalo questo preoccupante articolo:
    http://frontierenews.it/2017/01/di-come-la-sinistra-italiana-ha-abbracciato-rossobruni-e-xenofobi/

    L’articolo è da aggiornare perché Boghetta ha abbandonato il PRC, ma il problema, fuori e dentro Rifondazione, è di proporzioni ben maggiori di quanto l’articolo rilevi.

    Ad esempio, Simone Gimona, segretario della federazione bolognese e membro del Comitato Politico Nazionale di Rifondazione, fornisce alla pagina terzaposizionista previana post che almeno loro interpretano in chiave xenofoba nonostante egli sembri perfettamente cosciente che si tratta di un gruppo neofascista:
    https://www.facebook.com/frontelpopolo/photos/a.255565634811119.1073741828.255505811483768/391679411199740/?type=3&comment_id=391700004531014&reply_comment_id=391738957860452&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R4%22%7D (alcuni commenti ostili a Fronte del Popolo e alle loro posizioni contro i “migranti economici” sono stati cancellati ).

    Per Alessandro Latella, sempre della segreteria bolognese del PRC, non “distinguere” profughi di guerra e “migranti economici” vittime del solo imperialismo (economico) è roba da “sinistra petalosa”:
    https://www.facebook.com/paoloferreroPrc/posts/10155095604624194?comment_id=10155099376744194&reply_comment_id=10155111359909194&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R0%22%7D

    Michele De Luisi, del coordinamento nazionale della sezione giovanile del PRC (immaginate a chi cadrà nella mani il partito tra qualche anno), condivide articoli e mette “mi piace” a commenti nello stile della peggiore destra:
    https://www.facebook.com/dontstolebikeplz/posts/1332669496814652?comment_id=1332676383480630&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R0%22%7D

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=297448743965301&set=a.163708414006002.1073741827.100011005334647&type=3&theater

    Ed il problema è che questa gente si candida pure, rischiando di essere votata, come questo Leonardo Cribio del PRC presentatosi alle comunali milanesi del 2016 per Milano in Comune che sul proprio diario Facebook ci espone le sue posizioni su:

    – ONG che salvano vite:
    https://www.facebook.com/leo.bi.5682/posts/1968025510133627
    https://www.facebook.com/leo.bi.5682/posts/1963650373904474?comment_id=1963673343902177&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R%22%7D&pnref=story
    https://www.facebook.com/leo.bi.5682/posts/1977437515859093

    – Marine Le Pen, di cui condivide questo video in cui l’idolo francese dei “rosso”-bruni esprime le proprie posizioni xenofobe:
    https://www.facebook.com/leo.bi.5682/posts/1929042327365279

    – Notizie relative a finti profughi che hanno il palese fine di alimentare odio verso i profughi veri:
    https://www.facebook.com/leo.bi.5682/posts/2004782946457883

    – Etnicizzazione gitanofoba della cronaca dalla TV spazzatura: https://www.facebook.com/leo.bi.5682/posts/1903885686547610

    Ora, Cribio è famoso per quell’uscita sulle foibe che gli costò le dimissioni da consigliere comunale. Tuttavia, se avesse espresso le sue posizioni davanti ad un brigata titina, magari davanti a dei partigiani jugoslavi di origine romaní, ho l’impressione che una visita speleologica in qualche anfratto del Carso se la sarebbe guadagnata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *