X Congresso :: Quei movimentisti del Levante che guardano al Socialismo del XXI secolo

E’ sicuramente il circolo più “movimentista”, quello dove si riuniscono compagni che provengono da lunghe esperienze nel volontariato, nell’associazionismo: dai tempi dei primi obiettori di coscienza fino a quelli del G8 di Genova. L’influenza singola e plurale dell’unità dei soggetti per “un altro mondo possibile” si sente ancora nelle parole delle compagne e dei compagni delle Albissole, Varazze e Celle Ligure.
Il loro è un congresso che si rivolge ad una idea di Partito che deve puntare agli esempi che in tutto il mondo si sviluppano in questo senso: dall’America Latina a Cuba, dai giovani che hanno dato vita ad esperienze nuove di lotta sia in Europa che in molte altre parti del mondo.
Così avviene la discussione dopo la presentazione dei due documenti congressuali presentati da Franco Zunino (documento 1) e da Vittorio Toscano (documento 2).
Dallo sguardo politico internazionale a quello prettamente più nazionale il passo è breve: il dibattito, infatti, si accende sulla questione delle questioni. Sempre la stessa: fare o no alleanze a sinistra? Proseguire solitariamente come Rifondazione Comunista provando a riaffermare una identità di partito in un programma politico così circostanziato oppure, sempre sottolineando che nessuno desidera sciogliere il PRC, aprirsi ancora una volta al binomio “autonomia e unità”?
Wilma Parodi di Albissola Superiore non ha dubbi: “Nessuna alleanza. Dobbiamo tornare ad essere Rifondazione Comunista anche sulla scheda elettorale.”.  Alfonso Cioce di Celle Ligure, regista e fondatore del progetto di “Cinema indipendente” (tra i suoi lavori ricordiamo “Storia di una crew“) pone l’accento, invece, sulla necessità di rendere proprio viva la presenza del Partito tra le persone e di comunicare diversamente per farsi comprendere maggiormente, per uscire dal silenzio e dall’angolo in cui siamo finiti, completamente oscurati dai mezzi di comunicazione di massa.
“Del resto – afferma Cioce – gli esperimenti di altri partiti piccoli, nati da scissioni dal PRC negli ultimi anni non hanno avuto nessun successo elettorale e nemmeno si sono radicati tra le masse. Per questo diventa essenziale riconsiderare il modo in cui ci rivolgiamo ai cittadini: noi parliamo ancora un linguaggio anni ’70. Forse dovremmo cambiare anche quello.”.
Roberto Casella, referente del PRC per le Albissole e segretario del locale circolo dell’ Associazione di amicizia Italia – Cuba pone dei dubbi, al pari di Martin Zanchetta e Sabrina Calcagno,  sulle alleanze: “Per non ripetere errori del passato”, dice. “Francamente è molto difficile ipotizzare, nelle attuali dinamiche che si sono sviluppate in questi mesi e settimane, come si possa creare uno spazio politico per una sinistra di alternativa. Difficile è l’ipotesi. Ma esiste questo spazio ed è anche molto vasto. L’abbiamo semplicemente lasciato alla conquista facile del populismo, delle destre xenofobe e di chi si definisce di sinistra ma altro non ha fatto se non produrre danni alla sinistra stessa.”.
La maggioranza del congresso si esprime, alla fine, per il documento 1: quattro voti che permettono l’elezione di due delegati al congresso provinciale che si terrà esattamente tra una settimana a Savona, alla Società “La Generale”: saranno Martin Zanchetta e Franco Zunino a rappresentare il Circolo “Rosa Luxemburg” del Levante savonese nell’assise federale. Un voto soltanto al documento 2 che non modifica, al momento, la platea congressuale in quanto a composizione.
Toccherà alla Commissione federale per il congresso la verifica della platea congressuale e i resti del sistema proporzionale (almeno noi lo usiamo, purissimo!) forse consentiranno un recupero di un delegato o di una delegata. Chissà… Ai numeri l’ardua sentenza.
La fase dei congressi di circolo termina qui. Per le ulteriori cronache congressuali ci diamo appuntamento tra una settimana. Vi aspettiamo alla Società “La Generale” in via San Lorenzo 25 R. sabato 11 marzo dalle 9.00 del mattino alle 19.00 della sera.
Buon congresso a tutte e tutti!

REDAZIONALE

4 marzo 2017

foto di Marco Sferini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *