Fai anche tu il rappresentante di lista per il NO al referendum

La campagna referendaria volge al termine in un clima di unità e di coesione collaborativa fra le forze della sinistra: Sinistra Italiana, Rifondazione Comunista, Possibile, l’ANPI, il Comitato per la Democrazia Costituzionale, unioni spontanee di cittadine e cittadini hanno insieme portato avanti moltissimi incontri pubblici, volantinaggi, discussione tra la gente nelle piazze e nelle vie delle città della provincia.
Un clima di interesse ha accolto tutti questi momenti di confronto: nei volantinaggi e nei banchetti organizzati nei mercati settimanali moltissime persone si sono espresse esplicitamente per il NO con argomentazioni differenti, plurali e, quindi, mostrando di essersi in qualche modo informate in mezzo ad un deserto di comunicazione dove, a senso unico, il “sì” ha ricevuto la stragrande maggioranza del tempo in tv, nelle radio e la copertura mediatica su quasi tutti i mass media.
Le ragioni del NO, di un NO sociale, un NO che non aiuti i ricchi ad essere ancora più prepotenti di oggi, più spalleggiati di oggi da governi accondiscendenti alle politiche liberiste, queste ragioni di contrarietà ad una (contro)riforma che invece darebbe loro ampio spazio di manovra nei settori sociali, sembrano essere comunque state assimilate da gran parte della popolazione.
La personalizzazione dello scontro, voluta tutta quanta dal presidente del consiglio Matteo Renzi, non ha aiutato il “sì” e nemmeno ha favorito una dialettica serena, democratica, civile come avremmo voluto potesse essere in questi due mesi.
Di questo clima di separazione, divisione netta, contrapposizione forte e risoluta, soltanto i sostenitori della (contro)riforma, soltanto il governo ha la piena responsabilità.
Ora siamo in dirittura d’arrivo e occorre vigilare sul voto. Sulla correttezza dello svolgimento delle operazioni ai seggi. Per questo ci rivolgiamo pubblicamente a tutti i cittadini per chiedere loro un impegno straordinario nel mettersi a disposizione come rappresentanti di lista, per evitare scorrettezze fuori e dentro i seggi.
Contattateci per avere la delega a rappresentare “L’Altra Europa con Tsipras” nelle sezioni elettorali:

Un ultimo sforzo per proteggere i valori di democrazia, uguaglianza e solidarietà della Costituzione repubblicana contro il tentativo di stravolgimento in atto. Facciamolo, insieme!

MARCO SFERINI

redazionale

28 novembre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *