Costantino contro Orsi: «La raccolta dei rifiuti resti pubblica»

«Gli attacchi ad Ata mi hanno stancato. Io credo fermamente che il servizio della raccolta dei rifiuti debba restare pubblico».
L’assessore all’Ambiente del Comune di Savona, Jorg Costantino, ha risposto così ieri in Provincia all’attacco del sindaco di Albisola Superiore, Franco Orsi, che ha già chiarito la sua posizione sul futuro gestore unico.
«Non vorrei che questa delibera fosse indirizzata a salvaguardare Ata», ha tuonato il primo cittadino albisolese, dopo aver scandagliato ogni aspetto dell’accordo, sottolineandone limiti e rischi.
«Non è detto che il sistema pubblico funzioni meglio del privato e oltretutto imporre l’utilizzo di società pubbliche alle amministrazioni è illegittimo. L’aggregazione indicata nella delibera serve a rendere servizi migliori a prezzi più bassi, ma non a perdere la propria identità. Sono i Comuni che devono dare indicazioni sul servizio, non il contrario. Il nostro territorio non è in regola, questo deve essere chiaro. Per pianificare, occorre prima valutare i bisogni delle amministrazioni. In questa fase transitoria non ha senso l’obbligo di aggregazione», ha precisato Orsi, che a margine dell’incontro ha puntato il dito contro il business delle discariche.
«Ribadisco che la nostra posizione, come Comune, è che il sistema rifiuti debba restare pubblico, lavorando in sinergia tra le realtà comunali. Questa su Ata è una polemica sterile per giunta su un tema molto delicato. Se vogliamo approfondire il discorso, però, bisogna anche dire che il pubblico è una garanzia per i lavoratori, a differenza di quello che potrebbe accadere con le società private», conclude l’assessore Costantino.

C.BEN.

da La Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *