30 giorni e faremo festa!

Ogni tanto si cambia. E non è detto che sia un male. Zinola resta il quartiere di riferimento per la nostra festa provinciale, la festa che ci ostiniamo a chiamare “di Liberazione” nonostante il quotidiano di Rifondazione Comunista da alcuni anni non sia più stampato.
La legge contro i finanziamenti pubblici ai quotidiani è passata come una tagliola su tutto e tutti, soprattutto sui più deboli (come del resto doveva essere nell’intenzione dei promotori…) e quindi ci ha costretto a chiudere il giornale. Almeno per ora.
Ma la festa non chiude, la festa di Liberazione c’è e continua anche quest’anno.
I lavori del cantiere aperto nell’area di Zinola, dove da molti anni si svolge l’appuntamento estivo di Rifondazione Comunista,  per il rifacimento dei giardini e della passeggiata a mare ci impediscono di rivederci sul lungomare del quartiere più a ponente di Savona.
Dopo l’esperienza delle elezioni regionali, augurandoci che possano essere il trampolino di lancio per una riflessione nazionale sui modi e i tempi di una unità plurale della sinistra italiana, abbiamo pensato che fosse giusto dedicare la festa alle tante “reti” che esistono e che creano solidarietà, impegno, passione, volontariato di ogni natura. E anche alla rete cui abbiamo dedicato molto in questi mesi: la Rete a Sinistra.
“C’è una rete… a sinistra!”, così si intitola quest’anno la festa e riprende l’antico binomio dell’autonomia dei comunisti e dell’unità di un mondo progressista che in Italia fa fatica a decollare. Per questo vogliamo non solo parlarne, ma agire in questo senso, continuando il percorso iniziato nel febbraio scorso quando l’ipotesi della Rete a Sinistra è diventata, a poco a poco, non un cartello elettorale, ma un progetto che, tra alti e bassi, ha ottenuto un risultato apprezzabile tanto in Liguria quanto a Savona.
Tutto quello che trovavate alla festa a  Zinola lo troverete a Legino. Ci spostiamo di poche centinaia di metri, in mezzo agli orti e a pochi passi dal mare, in un ambiente “storico” della sinistra leginese: la Società “Milleluci – Fratellanza leginese”.
Chi verrà per godersi oltre ai dibattiti e alla buona cucina, anche un pò di sole e di acqua fresca, potrà sempre farlo comodamente.
Rifondazione Comunista ha da sempre qui la sede del suo circolo locale, lo storico Circolo “Palmiro Togliatti”. Nome importante, controverso storicamente e che spesso, ancora, apre soprattutto a sinistra dibattiti politici e storici non banali. Ma torniamo alla festa… Dal 23 luglio al 2 agosto ecco cosa vi aspetta alla festa di Liberazione, edizione 2015, a Legino:
– il nostro ristorante con la migliore cucina ligure (ed etnica);
– una straordinaria mostra su Peppino Impastato;
– ogni sera uno spettacolo diverso: dalle band savonesi al grande concerto dei Gang il 1° agosto, dal teatro alle proiezioni di documentari e film;
– i dibattiti su temi nazionali e locali;
– la grande sottoscrizione a premi;
– le associazioni con i loro stand, i “Libri in libertà” (che saranno devoluti alla Biblioteca di San Benedetto al Porto fondata da don Andrea Gallo);
– il bar dei Giovani Comunisti con la specialissima sangria!

Per ora vi lasciamo con queste brevi anticipazioni.
Vi ricordiamo che sul sito potete trovare tutte le informazioni sulla Festa di Liberazione e che la pagina dedicata all’evento è in costante aggiornamento. Non scordate, quindi, di visitarla ripetutamente.
Vi aspettiamo, dunque, a Legino dal 23 luglio al 2 agosto, perché “C’è una rete… a sinistra!”.

Costruiamola insieme, tutte e tutti!

MARCO SFERINI
responsabile provinciale organizzazione

23 giugno 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *